facebook

DOTT JEAN PIERRE CANDIDO

CONTATTI

Via Bidone, 31 - 10125 Torino (TO)

 

Telefoni: +39 011 4677800 | +39 011 4677801 | +39 011 4677812

 

Cellulare: +39 335 6616690

 

​Email: info@jpcandido.it

Follow us

slide1

© 2019  CANDIDO DR. JEAN PIERRE ANGIOLOGO, CHIRURGO VASCOLARE, MEDICINA INTERNISTICA | P.IVA 05967180018 - Privacy & Cookie Policy

WEBIDOO-LOGOFOOTER

CHIRURGIA MINI INVASIVA (MICROINVASIVA)

Farmed by WEBIDOO

CHIRURGIA MINI INVASIVA (MICROINVASIVA)

La chirurgia mini invasiva, è il frutto dell’elaborazione di diverse tecniche raffinate, che portano il chirurgo ad eseguire un gesto elettivo nell’affrontare l’intero percorso della malattia venosa.

 

Ogni paziente va trattato, personalizzando ed adattando dette tecniche microinvasive, esattamente dove necessiterà applicarle.

 

Il chirurgo deve avere la padronanza di tutte le conoscenze tecniche, che gli permetteranno di risolvere le varie problematiche.

 

Ogni paziente è diverso da un altro, sia per storia clinica, che per vissuto personale (per patologie, abitudini, stili di vita, età, sesso, ecc).

 

L’operatore, deve saper lavorare con tecniche differenti anche in una
sola gamba.

 

Questa ”filosofia” di lavoro, è estremamente raffinata e rappresenta l’esatto contrario del vecchio stripping: quando si “strappavano” le vene malate, senza selezionare né definire l’intera mappatura (causando parestesie nervose permanenti: edemi; alte incidenze di recidive; brutte cicatrici, ecc)

 

La chirurgia delle varici, deve essere effettuata in modo accurato e corretto, in modo da garantire la funzionalità circolatoria ottimale.

 

Deve però rispettare, tutte le accortezze, mirate al miglior risultato
estetico possibile.

 

Attraverso tecniche chirurgiche raffinate e non cruente, viene garantita l'assenza di dolore nel post-operatorio e la quasi assenza di ematomi.

 

Praticando le microincisioni (invece dei vecchi e deturpanti tagli longitudinali) ed utilizzando le suture mediante fili riassorbibili, il risultato estetico
sarà notevole.

 

Se i pazienti (soprattutto donne), con le gambe malfunzionanti, si ritrovassero dopo l'intervento con delle gambe rese brutte dalle cicatrici, non sarebbero (giustamente) soddisfatti.

Chirurgia mini invasiva

img.MTY4Njg4MTE0Mg.jpegimg.NjQ1MTg5NjE5img.MTkzMzk2MTgzNAimg.MTY4MDg5Mjg0Mwimg.MTYwMTc2MjE1OAimg.LTEyMTAzOTcyOTAimg.LTE0ODk5NzU5MjY